• Pubblicata il:
  • Autore: Michele il poeta
  • Categoria: Racconti gay
  • Pubblicata il:
  • Autore: Michele il poeta
  • Categoria: Racconti gay

A carnevale ogni travestimento vale

Nel periodo di carnevale ogni trasgressione vale


mi ero travestito da ragazza, anzi da donna con la gonna e autoreggenti


sinceramente ero anche affabile, anzi trombabile


essere vestito al femminile l'ormone mi faceva salire


alla festa di carnevale mentre ero a bancone si avvicina un provolone


sento una manata al sedere, mi volto e vedo un uomo sorridere


il suo sogno trasgressivo dal vivo, il costume più sexy e arrapante della serata mi dice


io lusingato e leggermente arrapato mi sono avvicinato e sul pacco il mio culetto ho appoggiato


mi piaceva essere la preda e sentire il suo palo tutto in tiro


sentire il suo respiro sul mio collo era da sballo


mi chiede se ci appartiamo per fumare una sigaretta e io lo seguo di tutta fretta


eravamo sul balcone e tutti gli altri nel salone


mentre fumavo il pacco gli massaggiavo


tutto d'un tratto mi dice sono attratto


aveva il cazzo talmente duro che sembrava un siluro


volevo prenderlo in bocca per assaggiare il suo sapore


mi sono abbassato e tutto l'ho leccato


talmente era intrigante quella situazione che era ora dell'azione


mi sono alzato in piedi, mi sono girato e nel culetto me lo sono infilato


ero appoggiato alla ringhiera mentre fino in fondo me lo faceva sentire


essere scopato in quella maniera era la cosa più eccitante di quella sera


sentirlo urlare sentirlo godere mi dava piacere


mentre mi inculava una sega mi faceva


al momento dell'orgasmo siamo venuti simultaneamente, più bel momento non c'è che sentirlo esplodere dentro di me.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!